Accesso area riservata
A   A   A    A 
Aiuto Home Page Contatti Mappa del sito
HOME PAGE | Siete qui: Home » ... » La città » Sant'Erasmo è lo Stemma
LA CITTA'

LA STORIA: SANT'ERASMO E' IL NOSTRO STEMMA





Sant'Erasmo è il nostro Stemma

La storia narra del Martire Sant’ Erasmo, che perseguitato in Oriente dall’Imperatore Diocleziano, venne in Italia verso la fine del III secolo o al principio del IV secolo dell’ Era Volgare. Sant’ Erasmo, sbarcato a Brindisi, s’ incamminò direttamente per la Via Appia, la quale passava dalle nostre Matine a pochi chilometri da Santeramo. Nelle nostre Matine che allora erano popolate  da alcuni villaggi, Sant’Erasmo, o perché perseguitato dai pagani o perché venne a conoscenza che nei nostri boschi vi era un gruppo di Cristiani nascosti nelle grotte o catacombe di San Patrizio, venne a Santeramo, per confortare nella fede quei Cristiani, come si usava nei primi secoli del Cristianesimo.

Qui Sant’ Erasmo dovette fermarsi qualche tempo, e in seguito, avvisato da un Angelo lasciò il sicuro rifugio dei nostri boschi e attraversando la Via Appia arrivò a Formia, presso la città di Gaeta, dove morì il 2 giugno 303. Nei boschi di Santeramo, dove appunto si era fermato Sant’ Erasmo, i contadini e i pastori costruirono una piccola cappella che dedicarono al Santo e intorno fu costruito un villaggio che fu chiamato Casale di Sant’ Erasmo e poi Santeramo.
Lo stemma del Comune di Santeramo in Colle riproduce, in onore del Santo Patrono, la croce astile e il pastorale decussati e timbrati dal mitra vescovile d'argento. I colori di sfondo sono azzurro e rosso. La festa in onore del Santo Patrono ricorre il 2 giugno.




torna indietroTorna Indietro | stampa Stampa | invia per e-mail Invia per e-mail


Parco Alta Murgia